Annunci di Lavoro

Il Purgatorio e il Paradiso di Dante

Il Purgatorio e il Paradiso

Se l'Inferno è una voragine che declina verso il centro della Terra, il Purgatorio è una montagna da scalare per arrivare al Cielo dove le anime delle persone macchiatesi con colpe meno gravi sono più vicine alla vetta, al Paradiso Terrestre, e pertanto il loro percorso verso la salvezza è più breve.

Anche nel Purgatorio vige la legge del contrappasso, in virtù della quale la punizione è ispirata al tipo di peccato commesso, ma in questo caso la punizione è volta alla redenzione e, grazie all'espiazione e alla misericordia divina, i peccatori possono aspirare al Paradiso, scordando gli errori commessi e ravvivando i ricordi delle opere buone compiute attraverso la purificazione nelle acque che segnano il confine tra i due Regni. 

Dante immagina la montagna del Purgatorio come formata da sette cornici, ciascuna corrispondente ad un vizio capitale, in ordine dal più grave al più lieve: superbia, invidia, ira, accidia, avarizia e prodigalità, gola e lussuria. Tutte degenerazioni dell'amore che, pur essendo naturalmente buono, si è indirizzato verso il desiderio di fare del male ad altre persone, si è affievolito o si è concentrato in eccessivo desiderio dei beni terreni. 

In basso, all'ingresso del Purgatorio troviamo, inoltre, l'Antipurgatorio che accoglie le anime dei negligenti, di coloro che si sono pentiti in ritardo come gli scomunicati, i pigri, i caduti per morte violenta ed i principi indaffarati nella vita mondana, mentre in alto vi è il Paradiso Terrestre dove Dante viene accolto dalla sua amata Beatrice che lo guida nel viaggio verso Dio.

Anche nel Paradiso ricorre il numero nove ed anche in questo caso vi è una gerarchia. I primi cieli prendono il nome dalla Luna, da Mercurio e da Venere ed accolgono rispettivamente coloro che non hanno rispettato i propri voti a causa di una costrizione, hanno ricercato la gloria terrena e si sono dedicati all'amore.

Il quarto Cielo è associato al Sole ed accoglie i sapienti della Chiesa, il quinto è il Cielo di Marte riservato ai combattenti per fede, mentre il sesto è il Cielo di Giove dove riposano gli spiriti dei principi giusti. Il settimo Cielo è associato a Saturno e vi si trovano gli spiriti contemplativi, l'ottavo è quello delle Stelle Fisse dove risiedono le anime trionfanti e l'Ultimo è chiamato Primo Mobile poiché messo in movimento direttamente da Dio che vive nell'Empireo, circondato dagli Angeli e dalle anime degli eletti.

 

Dove